mercoledì 17 novembre 2010

Allora non posso più dire niente

Si narra che questa mattina il mio capo abbia incrociato la signora che pulisce l'ufficio.
Pare che con estrema gentilezza e dolcezza le abbia chiesto di prestare maggiore attenzione alla pulizia del bagno. A questo punto la storia sarebbe precipitata in un inatteso epilogo: la signora sarebbe scoppiata a piangere e tra i singhiozzi avrebbe detto "non sono una ladra".
A voi la libertà di interpretare il simpatico aneddoto e di immaginare i toni delicati con cui sarà stata espressa la critica costruttiva.


Nota a margine. Lavoro qui da anni e posso affermare con orgoglio di non essere ancora scoppiata a piangere. Per ora il mio capo ogni tanto mi tende un agguato e mi chiede cosa sto facendo, soprattutto quando sente lo strano rumore dei tasti della tastiera. Per chi se lo fosse perso, io sarei pagata per scrivere tutto il santo giorno.

Nessun commento: