lunedì 9 novembre 2009

Profumi e balocchi

Oggi sono stata piacevolmente accompagnata da uno dei miei gloriosi mal di testa e, dopo essermi accorta che la mia scorta di analgesici era terminata, sono andata alla ricerca di una farmacia di turno.
(Non è vero, in realtà ho trascorso alcune ore per vedere se passava da solo e potevo non uscire di casa, ma questa è un'altra storia.)
Esco, prendo la macchina e raggiungo la farmacia che, da sempre, ricordo perta per i turni serali e festivi.
Ma la farmacia è incredibilmente rinnovata.
Innanzi tutto non si chiama più "farmacia" ma "sistema salute".
Su strada ci sarà qualcosa come sei vetrine mega illuminate.
All'interno la vera sorpresa. Il negozio è una via di mezzo tra un minimarket e una profumeria. A pochi passi dall'ingresso un dispenser per ritirare il proprio numerino e una pila di cestini per raccogliere gli articoli che si desiderano acquistare. Sulla destra una sfliza di sei casse, e sopra di esse un display gigante per vedere quale numero viene servito.
Tutto intorno, una serie di corridoi e di espositori: di fronte alle casse tutti gli articoli "da banco", suddivisi per categorie, mentre dietro le casse e quindi non accessibili al pubblico tutti i materali che richiedono una ricetta medica.
In pratica il cliente entra e può tranquillamente girovagare tra i corridoi, facendosi venire in mente tutte le possibili sostanze che potrebbe assumere. Perchè alla fine diciamocelo, nessuno di noi si sente mai veramente bene. E quindi abbiamo complessi multivitaminici, farmaci per aiutare la digestione, terapie per le malattie da raffreddamento, alimentari per celiaci, prodotti per bambini e cosmetici vari. Tanto per fare degli esempi.
Secondo me, come capita per alcuni libri o siti Internet, anche all'ingresso di questo strano luogo dovrebbe esserci la scritta: "si sconsiglia l'accesso a soggetti ipocondriaci".
Anche se in realtà, trovo che sia mediamente pericoloso per chiunque. Tutte quelle scatolette colorate, quelle scritte rassicuranti, e dentro la possibilità di realizzare il sogno di un fisico perfettamente funzionante, tonico, giovane...
Comunque ho comprato le mie pastiglie per il mal di testa, e me ne sono tornata a casa.
Cercherò di stare lontana da questo luogo di perdizione.

Nessun commento: