lunedì 30 giugno 2008

Allegro ma non troppo

Oggi ho cambiato umore almeno 9 volte.
Triste, scontrosa, propositiva, iperattiva, ansiosa, indecisa, ottimista, arrabbiata, catastrofica.
Non posso garantire esattamente in quest'ordine.

La cosa più divertente è che l'esperienza di anni e anni mi ha reso capace di mimetizzare splendidamente questo mio essere irrimediabilmente lunatica.

Una magra consolazione, ma è già qualcosa.

giovedì 19 giugno 2008

Fagocitata dalla Rete

La Rete comincia a farmi un effetto strano. Ecco gli avvenimenti dell’ultima settimana che mi hanno indotto ad un minimo di riflessione.

1. Pochi giorni fa è stato il mio compleanno e ho ricevuto almeno una decina di mail di auguri. Amici? No, semplicemente vari siti Internet e newsletter sparse a cui mi sono iscritta non so bene quando e non so bene perché.
È una mania compulsiva la mia: arrivo su un sito e mi iscrivo. All’inizio utilizzavo nomi falsi e mail fittizie, adesso ho un indirizzo di posta elettronica dedicato alla fuffa e sono felice così.
E mi domando: ma perché lo Spam è così odiato? Nelle giornate tristi sei sicuro che qualcuno ti scriverà. E così mi è capitato di pensare che grazie allo Spam, se anche io non avessi ricevuto neanche una telefonata da un amico, avrei comunque potuto contare sugli auguri del mio operatore telefonico, della mia squadra del cuore e di una manciata di siti di e-commerce.
Per la cronaca, ho ricevuto anche telefonate e sms di amici e parenti.

2. Ormai da circa 4 anni, se non di più, Ebay è per me un luogo comodo e divertente in cui curiosare e fare shopping. Mi permette di avere orari decisamente originali e di acquistare articoli decisamente originali. Spendendo mediamente poco.
E adesso? Anche Ebay ha mostrato il suo volto noioso e bacchettone.
Ho cercato di mettere in vendita due biglietti per il concerto di Bruce Springsteen, ma la mia inserzione è stata ritirata. Cos’è successo? Un simpatico utente, che ringrazio calorosamente, si è imbattuto nella mia inserzione, ha deciso che non gli stava simpatica e l’ha segnalata come inserzione non conforme alle regole Ebay. Il che in effetti è vero, come sono venuta a scoprire, perché Ebay vieta la vendita di biglietti per eventi musicali o sportivi.
Ero davvero incredula: mi hanno preso per un bagarino.
Ho un déja vu, in effetti. Nel 2000 io sono stata una dei 300.000 utenti che sono stati bannati da Napster per aver scaricato una canzone dei Metallica. Credo che fosse “Nothing Else Matters”.
E anche allora ho pensato: mi hanno preso per il grande vecchio che gestisce il download illegale di file musicali?
La realtà è che devo avere una calamita addosso che attira su di me i rompiscatole. Auguri a Ebay, auguri ai Metallica. Da allora, non mi sono più stati granché simpatici.

3. Oggi ho scoperto Facebook. Non ho ancora deciso se ne sono contenta oppure no. So soltanto che in 12 ore ho ricevuto quasi 20 mail di notifica di gente che mi invitava, mi accettava, mi scriveva. E nel frattempo, mi sono ritrova ad inserire nel motore di ricerca tutti i nomi delle persone che conoscevo per vedere se erano presenti, partendo dai compagni di classe delle elementari.
E a questo proposito mi chiedo: ma perché la gente non mette la sua foto? Per vedere il profilo completo di un utente devo aggiungerlo alla mia lista di amici, ma prima di mandargli un invito mi piacerebbe sapere se è qualcuno che conosco. E trovandomi immersa in questo dubbio, ho capito che quest’ultima settimana in Rete è stata davvero un po’ troppo intensa per i miei gusti.