domenica 16 dicembre 2007

Mille liste, una pervesione

Pare che fare liste sia la nuova moda del momento.


E allora vuol dire che io ho sempre preceduto i tempi, perché da sempre passo la maggior parte della mia vita a stilare liste.
All’università potevo dire di aver iniziato davvero a preparare un esame solo dopo aver preso un foglio e deciso come suddividere tutti i libri da studiare: ogni giorno, un tot di pagine di ogni libro, più giorni dedicati a schemi e riassunti e ripasso generale …
Una volta terminato il mio bel programmino inutile, avevo perso talmente tanto tempo, che una giornata era andata e la lista era già da rifare.
Da qui in poi ho preparato: liste per le cose da fare prima di partire per ogni vacanza, lista dei regali di natale (con relativo archivio dei regali fatti), lista delle cose che vorrei comprare avendo abbastanza soldi a disposizione, lista delle persone da invitare al compleanno, lista delle cose da mettere in ordine, lista delle telefonate da fare e via dicendo.
La lista della spesa, invece, di solito la lascio a casa.

Nessun commento: